Title Image

Prossimi 3 mesi cruciali per il mercato dell’EPS

Prossimi 3 mesi cruciali per il mercato dell’EPS

Nell’ultimo numero di Youtrade, si discute l’arrivo di operatori stranieri in Italia, che hanno avviato i loro stabilimenti verso la fine del superbonus, esercitando ulteriore pressione sul mercato dell’EPS. Questo ha aumentato la concorrenza, costringendo alcune imprese a rivedere i loro listini al ribasso per rimanere competitive. Luca Zanardi, amministratore delegato di Elle Esse, azienda leader nell’isolamento termoacustico, commenta:

Nonostante le sfide, il superbonus ha promosso una cultura dell’isolamento, estendendo la sensibilità anche alla copertura e alla pavimentazione. Questa consapevolezza si è rafforzata soprattutto nel Centro-Sud Italia, dove l’EPS era considerato di scarsa qualità. Gli incentivi hanno messo in luce le qualità del polistirene espanso come mai prima d’ora.”

Elle Esse è una delle poche aziende italiane produttrici di EPS con certificazioni ETA (European Technical Assessments) su tre linee di prodotti e certificazione EDP, che permette la gestione dei CAM (Criteri Ambientali Minimi). Questo assicura garanzie di qualità costanti, rispondendo alle esigenze di progettisti e tecnici.

Il mercato dell’EPS è molto competitivo e caratterizzato da una battaglia sui prezzi. Zanardi spiega: “Le rivendite scelgono prodotti con prezzi meno instabili e senza riduzioni così importanti, rendendo il prodotto meno interessante per tutti. Con l’aumento dei costi delle materie prime e il mercato in ribasso, si verifica una guerra dei prezzi, con i produttori di materie prime in Europa che registrano cali delle vendite del 30-40%.”

Zanardi conclude con le sue previsioni per i prossimi mesi: “Sarà un periodo difficile. Stiamo pianificando i nostri obiettivi sui volumi del 2019, un anno normale senza le distorsioni del triennio 2021-2023. Anche noi abbiamo rinnovato gli impianti prima dell’introduzione del superbonus. Sarebbe sorprendente se le iniziative di espansione fossero basate su un mercato drogato anziché sui volumi precedenti al 2020.”

Con queste riflessioni, Elle Esse è pronta ad affrontare le sfide del mercato, con la solidità che ha contraddistinto il percorso dell’azienda fino ad oggi.

Per leggere l’articolo completo, clicca qui